Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Previsioni

Instabilità crescente: dove si concentreranno i fenomeni?

temporrrInizia a mostrare segni di cedimento il robusto promontorio di alta pressione, con matrice sub tropicale, che da alcuni giorni aveva posto radici sul Mediterraneo ed Europa centrale impedendo la normale evoluzione verso levante di un minimo di bassa pressione vagante tra penisola iberica e Francia meridionale. Nelle scorse ore si è registrato un moderato calo dei geopotenziali nei settori occidentali del blocco di alta pressione permettendo l’ingresso dei primi corpi perturbati sulla penisola italiana.

Visite: 385

Leggi tutto: Instabilità crescente: dove si concentreranno i fenomeni?

Peggioramento da giovedì: primi dettagli

WWWEEEComincia la settimana che ci proietterà nel mese di ottobre, durante il quale si sono verificati statisticamente circa il 63% degli eventi alluvionali sardi registrati dal 1795. Per quanto riguarda la nostra isola è indubbiamente il mese dell’anno nel quale le possibilità di assistere a nubifragi o alluvioni lampo sono maggiori rispetto ad altri periodi dell’anno e conseguentemente le tendenze meteo meritano più attenzione.

Visite: 555

Leggi tutto: Peggioramento da giovedì: primi dettagli

Fiammata calda ma all’orizzonte si prospetta un nuovo break stagionale

nuArchiviato il primo break temporalesco stagionale, reo di aver riportato in prima linea, specialmente nel nord Sardegna, il gravoso tema del dissesto idrogeologico del quale la Sardegna sembra non volersi curare, il prossimo week end vedrà ritornare condizioni meteorologiche tipiche della stagione estiva che partirà ufficialmente anche dal punto di vista astronomico.

Visite: 1097

Leggi tutto: Fiammata calda ma all’orizzonte si prospetta un nuovo break stagionale

Piogge abbondanti ad inizio ottobre?

ottLa parentesi instabile, indotta da transiti di linee di instabilità sulla nostra isola e caratterizzata da brevi ed intensi scrosci temporaleschi, sta conoscendo in queste ore le battute finali. Il minimo depressionario, in fase di colmamento e con pressione al suolo di 1014hPa, è attualmente situato sul Tirreno centro-settentrionale e apporterà ancora della residua instabilità nelle prossime ore sulla Sardegna, specialmente i settori orientali.

Visite: 614

Leggi tutto: Piogge abbondanti ad inizio ottobre?

Break all’estate: in arrivo temporali e calo termico

temporaliiiiIl corposo assaggio d’estate, di cui stiamo godendo già da alcuni giorni per merito di una rimonta anticiclonica di matrice sub tropicale, ha le ore contate: nel corso del week end l’attività del ramo settentrionale del getto polare nell’Atlantico orientale si accentuerà e diverrà sempre più meridiana spingendo di conseguenza, verso alte latitudini, la rimonta anticiclonica sub tropicale.

Visite: 890

Leggi tutto: Break all’estate: in arrivo temporali e calo termico

In arrivo i primi temporali autunnali

arrvvNel corso dell’appena trascorso week end, la stagione autunnale è entrata nel vivo anche dal punto di vista astronomico. Tuttavia al suolo si sono registrate condizioni termo igrometriche prettamente estive, simili al clima tropicale. Termiche elevatissime accompagnate da valori di umidità relativa fino a 95% hanno reso la settimana ed il week end appena concluso il più caldo e insopportabile dell’estate.

Visite: 841

Leggi tutto: In arrivo i primi temporali autunnali

Plume sahariano sul Mediterraneo

plumeIn queste ore l’affondo del getto polare artico fino all’entroterra marocchino sta incentivando l’impennata del getto sub tropicale verso latitudini Mediterranee; flussi fino a 80 nodi a 300hPa si distendono dal sahara algerino fino alla Scandinavia, passando per i settori occidentali italiani e l’Europa centrale.

Visite: 884

Leggi tutto: Plume sahariano sul Mediterraneo

Imminente fiammata calda: in arrivo un week end bollente

bollenIl cambio circolatorio atteso per l’inizio settimana si è puntualmente verificato: la profonda bassa pressione, alimentata dal ramo settentrionale del getto polare in affondo sull’Atlantico orientale, è già attiva da oltre 36 ore a NW della penisola iberica. Il minimo presenta attualmente una pressione al suolo 994hPa, e manterrà valori inferiori a 1000hPa almeno per altre 80 ore, colmandosi poi lentamente. Lecito attendersi un forte richiamo di correnti calde ed umide, dal nord Africa, in direzione del Mediterraneo centro occidentale e specialmente la nostra isola.

Visite: 598

Leggi tutto: Imminente fiammata calda: in arrivo un week end bollente

Fiammata calda poi break perturbato

fiammaSuperata la parentesi fresca e sostanzialmente asciutta indotta dal minimo depressionario balcanico, come atteso ed anticipato, dall'analisi degli indici teleconnettivi di inizio mese, la prima fiammata calda stagionale è in procinto di interessare la nostra isola.

Visite: 754

Leggi tutto: Fiammata calda poi break perturbato

Piogge autunnali ancora lontane

heatL’autunno meteorologico, cominciato per convenzione il 1 settembre, non ha ancora offerto il caratteristico break temporalesco che chiude la stagione estive. A differenza dello scorso anno, quando i primi forti temporali dalle caratteristiche semi stazionarie si erano presentati il 31 agosto (Cagliari) e il 5 settembre (Pula-Sarroch), quest’anno, complici le particolari configurazioni sinottiche che hanno penalizzato maggiormente il centro sud peninsulare italiano, specialmente il versante adriatico, dovremo attendere qualche settimana in più.

Visite: 503

Leggi tutto: Piogge autunnali ancora lontane

Assenza di precipitazioni e aumento termico da metà mese

subtrpL’evoluzione meteo isolana per le prossime due settimane non sembra proporci nessuno spunto votato all’instabilità, peraltro tipica della stagione primaverile che continuerà invece a palesare il suo carattere secco (già evidenziato nel precedente editoriale).

Visite: 808

Leggi tutto: Assenza di precipitazioni e aumento termico da metà mese

Inizio settembre all’insegna del fresco ed instabilità?

settCome anticipato nel precedente outlook previsionale, l’ultima decade di “estate meteorologica” si sta consumando senza particolari scossoni meteo (assenza di precipitazioni e assenza di ondate di calore intense) permettendoci di volgere già lo sguardo verso la prima parte di settembre.

Visite: 889

Leggi tutto: Inizio settembre all’insegna del fresco ed instabilità?

Ancora 2 giorni di instabilità poi torna il bel tempo

FACCIAMO IL PUNTO: La primavera che stiamo vivendo sta andando avanti nel complesso più mite e secca del normale, sulla nostra isola. Le mappe di riepilogo mensile del NOAA mostrano l’intera Europa racchiusa in una anomalia di circa +3°C, dalla quale la Sardegna esce con un accettabile +1°C sopra la media di Aprile.

Le precipitazioni, pur presenti su tutta l’Europa sono state abbondanti solo in area balcanica. Dopo l’inverno caratterizzato da una eccezionale attività del flusso perturbato atlantico, che ha portato un inverno eccezionalmente mite su tutta Europa. Dalle mappe di anomalia di geopotenziale a 500 hPa allegate, vediamo come la disposizione delle figure pressorie sullo scacchiere Europeo sia notevolmente mutata, nel periodo di riferimento 15 Marzo – 30 Aprile. Con alte pressioni molto alte di latitudine, la Sardegna ha potuto beneficiare di lunghi periodi di tempo stabile e caldo, ma non essendo i massimi di pressione centrati in area Mediterranea, abbiamo assistito a deboli infiltrazioni di aria fredda in quota atlantiche. Qualche occasionale minimo di pressione ha avuto modo di isolarsi sul Golfo Ligure e ci sono state deboli infiltrazioni di aria fredda da est, la cui posizione marginale della Sardegna ha determinato solamente nubi pomeridiane e una forte attività delle brezze diurne, specialmente verso metà Aprile.

 

 

Nel complesso l’intera isola chiude sotto la media, dal punto di vista delle precipitazioni. In questo periodo non eccessivamente anomalo, l’acqua del Mediterraneo Occidentale ha avuto modo di scaldare i primi metri, raggiungendo a fine Aprile il valore piuttosto alto di +17°C. In questo periodo la superficie del mare è molto sensibile a rapidi riscaldamenti, in particolare nelle baie e nei golfi, tuttavia le forti mareggiate in particolare da maestrale, sono capaci in breve tempo di riportare la temperatura superficiale del mare all’interno di valori quasi invernali. L’eccezionale periodo instabile e ventoso che ha interessato il mese di Giugno del 2013, ha mantenuto la temperatura del mare sotto i +20°C fino alla fine del mese, valori non troppo gradevoli per chi inizia la stagione balneare e paragonabili a quelli che si hanno normalmente a fine Novembre.

 

PREVISIONI:

 

Il minimo di pressione che dal Golfo Ligure si è spostato in queste ore sul Tirreno evolverà rapidamente nelle prossime ore verso i Balcani. Sulla Sardegna il tempo resterà instabile, in particolare lungo i settori montani della fascia orientale, in cui nel pomeriggio l’accumulo di aria calda, agevolerà lo sviluppo di moti verticali e fenomenologia convettiva nel complesso non troppo intensa.

Nella giornata di domenica invece la rotazione delle correnti in quota dai quadranti nord orientali e la concomitante presenza di aria ancora fredda in quota, accompagnata da un profilo termo igrometrico nettamente instabile, favorirà nel pomeriggio lo sviluppo di attività termo convettiva, in particolare nei rilievi del Gerrei e del Sulcis, che risulteranno le zone della Sardegna dove sarà massimo il rischio di sviluppo di temporali nella giornata di domani. I temporali potranno poi estendersi con facilità alle aree di pianura del basso Campidano e alla costa compresa tra Sarroch e Chia. Un moderato rischio sussiste anche nell’area del basso Campidano oltre che nella fascia pedemontana dell’oristanese.

 

Dalla giornata di lunedì si assisterà a un netto miglioramento delle condizioni meteorologiche, ma la attenuazione dei venti e la presenza di aria ancora fresca alle alte quote, potrà generare lo sviluppo di nuvolosità convettiva nel pomeriggio nelle aree montuose dell’interno a cui sarà associato un moderato rischio di pogge.

La giornata di martedì, dopo una mattinata soleggiata su tutta l’isola, vedrà nel pomeriggio il transito della corda di una perturbazione atlantica, che porterà nuvolosità alta, estesa principalmente alla quota attorno ai 5000 metri a cui non sarà associato alcun rischio di precipitazioni. Dalla mattinata di mercoledì il tempo sarà in generale miglioramento, grazie al netto rinforzo della fascia di alte pressioni lungo tutto il Mediterraneo occidentale, che garantiranno una stabile fase di bel tempo. Nel medio lungo termine individuiamo i primi disturbi instabili tra il prossimo weekend e i primi giorni della settimana entrante.

Analizzeremo sicuramente questo peggioramento nei prossimi articoli nel caso venisse confermato dai prossimi aggiornamenti dei modelli.

Visite: 783

Agosto si concluderà senza precipitazioni e con temperature sopra la media

HHHL’estate che tanto ha fatto discutere quest’anno per le temperature diffusamente sotto la media su vaste aree del centro nord e per le precipitazioni oltre la media sulle medesime aree, spesso dalle caratteristiche di flash floods e quindi accompagnate da notevoli danni e vittime , si appresta a vivere le battute finali.

Visite: 480

Leggi tutto: Agosto si concluderà senza precipitazioni e con temperature sopra la media

Progressivo peggioramento: piogge e temporali tra giovedì e venerdì

molochLe condizioni meteorologiche sul bacino del Mediterraneo sono in fase di progressivo e veloce peggioramento a partire dai settori più occidentale. Una forte ondulazione meridiana del ramo settentrionale del getto polare sta incentivando, attraverso il procedimento della divergenza in quota e convergenza al suolo, la formazione e approfondimento di una profonda area di bassa pressione in sede iberica.

Visite: 1652

Leggi tutto: Progressivo peggioramento: piogge e temporali tra giovedì e venerdì

Meteo Ferragosto: cosa attenderci?

calagabbL’ondata di calore che, dal week end, interessa la nostra isola supportata da termiche a 850hPa attorno ai 22°C/23°C e da elevati tassi di umidità al suolo che impennano l’indice di calore (temperatura percepita) oltre i 40°C  ha le ore contate.

Visite: 724

Leggi tutto: Meteo Ferragosto: cosa attenderci?

In arrivo lo scirocco; risalita termica

sciIl minimo di bassa pressione, alimentato da un flusso di aria polare marittima complice di aver riportato termiche e condizioni meteorologiche più consone alla stagione invernale (come era stato anticipato nei precedenti editoriali), è ora in fase di lento e progressivo colmamento nel suo traslare verso est.

Visite: 1012

Leggi tutto: In arrivo lo scirocco; risalita termica

L’Italia deve investire sulla prevenzione meteorologica

alluvione2Un film già visto; sempre la solita trama e il solito finale senza colpi di scena: l’Italia deve fronteggiare un nuovo evento calamitoso naturale. Nella tarda serata di sabato 2 agosto un temporale autorigenerante, in seno ad un vivace ed instabile flusso di aria umida sub tropicale, ha trovato condizioni termodinamiche e topografiche favorevoli all’innesco e alla staticità nella provincia di Treviso, più precisamente a Refrontolo.

Visite: 541

Leggi tutto: L’Italia deve investire sulla prevenzione meteorologica

Saranno freddo e instabilità a condizionare gli ultimi giorni di Marzo

A fasi alterne il freddo si ripropone sul Mediterraneo centrale, cercando di limare in parte le anomalie positive registrate nei lunghi frangenti caldi che hanno spesso contraddistinto la stagione invernale 2013-2014.

Visite: 1070

Leggi tutto: Saranno freddo e instabilità a condizionare gli ultimi giorni di Marzo

Illusione d’estate, poi nuovo calo termico

Dopo una prima parte di Luglio a tratti piuttosto fresca, come si era anticipato nell’outlook previsionale del 20 giugno in cui si evidenziavano le peculiarità teleconnettive garanti di un flusso fresco scandinavo, stiamo assistendo ad una impennata termica dalle caratteristiche prefrontali e di durata effimera.

Visite: 807

Leggi tutto: Illusione d’estate, poi nuovo calo termico

Settimana primaverile

L’evoluzione meteorologica settimanale non propone spunti dinamici e rimarca ancor di più in trend primaverile avviatosi nel corso dell’appena trascorso week end. Complice un andamento teleconnettivo piuttosto sfavorevole alle ondulazioni meridiane, su tutti Pna abbondantemente negativo, Ao e Nao positivi, il vortice polare troposferico nei prossimi 5-6 giorni continuerà a mostrarsi particolarmente compatto.

Visite: 819

Leggi tutto: Settimana primaverile

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info@sardegna-clima.it

Top Desktop version