Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Neve

Ottimo innevamento sulle montagne sarde, sopra quota 1500 metri

Il frequente flusso perturbato che da fine Gennaio continua a interessare l'isola, ha determinato nelle scorse settimane diverse occasioni per abbondanti nevicate sopra i 1000 metri.

La quota di 1500 metri si conferma una quota molto importante sotto la quale la neve dopo essere caduta, va incontro a rapida fusione. Sopra tale quota il manto si mantiene piuttosto omogeneo tra una nevicata e l'altra, dando modo di aumentare notevolmente i volumi di neve accumulati al suolo.

Quanto durerà? la durata della neve sulle cime della Sardegna è strettamente legata alle caratteristiche che avrà la prossima primavera. Se dovessimo associare un inverno (almeno per metà) molto nevoso, come questo 2015 a una primavera dalle caratteristiche del 2014, si potrebbe arrivare ai primi giorni di Giugno con nevai ancora molto estesi. Le ultime chiazze di neve sul canalone e a destra dell'arrivo dello skilift, potranno arrivare fin oltre metà Giugno.

 



 

Quali sono stati i recenti inverni molto nevosi sulle montagne sarde? Tra gli inverni più nevosi (sopra i 1500 metri), di cui si hanno abbondanti documentazioni fotografiche, citiamo il 2013, 2005 e il 2003. Tuttavia i tempi sono cambiati e dopo la riapertura delle piste nel 2010, grazie alla diffusione degli smatphone, le immagini per effettuare un buon monitoraggio sono molto abbondanti.

 

Visite: 562

Spettacolo nevoso sul Gennargentu di Desulo e Tonara

Riprendendo il riassunto Meteo dell'articolo di Matteo, presentiamo alcuni scatti realizzati sui monti di Tonara (Monte Muggianeddu) e sui versanti occidentali del Gennargentu (S'Arena a Desulo).

La prima serie di foto è scattata sul Monte Muggianeddu a Tonara con una fitta nebbia e accumuli di neve che intorno ai 1400 metri erano mediamente di 60-70 cm con accumuli eolici che in svariati punti hanno "inghiottito" la strada sterrata che porta fino in cima.

Le altre foto riprendono la strada che da Su Filariu conduce al rifugio Sa Crista a 1500 metri, sotto in Monte d'Iscudu a Desulo. Spettacolari dune di neve invadono completamente la strada regalando all'osservatore un paesaggio davvero unico in Sardegna.

Buona visione:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Visite: 3094

10 Maggio ancora nevai sul Gennargentu

La peristenza di grossi nevai, fino alle prime settimane di Giugno sopra i 1700 metri, è piuttosto frequente nelle annate molto nevose. Quest'anno i nevai vanno a piccoli passi verso il totale scioglimento che stimiamo avverrà entro l'ultima settimana di Maggio.

Visite: 1885

Leggi tutto: 10 Maggio ancora nevai sul Gennargentu

Splendide Cartoline Nevose Dal Bruncu Spina

BRUNCUSPINA2La giornata di ieri ha segnato la definitiva transizione tra un pattern meteo perturbato freddo per influenza di aria polare/artico marittima e l’ingresso di masse d’aria atlantiche e miti per merito dell’anticiclone delle Azzorre. Condizioni ideali per un’escursione sul Bruncuspina, versante del Gennargentu particolarmente battuto dalle nevicate copiose dei giorni scorsi, viste le temperature ancora basse ( oltre i 1200m la temperature è rimasta tutto il giorno inferiore ai 0°C) la ventilazione a tratti sostenuta da grecale e la tersitudine.

Visite: 2298

Leggi tutto: Splendide Cartoline Nevose Dal Bruncu Spina

Aggiornamenti Gennargentu 7-3-2014

Questa mattina mi sono recato a M. Perdedu (Seulo) per monitorare l'innevamento del versante meridionale del Gennargentu. Credo che questo luogo sia uno dei punti migliori in Sardegna per osservare il versante meridionale del Gennargentu; i fattori che rendono possibile ciò sono l'estrema vicinanza (3-5 km) e la quota (1300 mt circa). La situazione è ancora abbastanza buona, nonostante ormai la primavera meteorologica sia iniziata già da alcuni giorni. La neve è presente dai 1200-1300 mt in su, con tracce fino a 1000 mt circa. Purtroppo l'inverno appena trascorso è stato abbastanza avaro di nevicate, non solo a bassa quota ma anche alle quote maggiori, di conseguenza la stagione sciistica è andata piuttosto male. Come se non bastasse tutti voi ricorderanno che il mese di Febbraio è stato particolarmente caldo, come lo si è visto rare volte; ricordo che in alcune località isolane si sono raggiunti i 26-28°C. In montagna la situazione non è stata molto migliore, con temperature che hanno raggiunto e superato in varie occasioni i 15°C. Questa situazione ha generato una drastica riduzione dei nevai che quest'anno stanno soffrendo più del dovuto. Sicuramente le ultime nevicate dei primi di marzo hanno ridato una boccata di ossigeno alle nostre montagne, infatti è ormai da 7 giorni che i rilievi attorno al Gennargentu sono sotto la neve. Questo fine settimana sul Gennargentu sarà un'occasione da non perdere per chi ama la neve e la montagna. 

 

Punta la Marmora 1834 mt

 

Bruncu Spina 1828 mt

 

Monte S'Iscudu 1600 mt

Punta Funtana Guingiada 1459 mt

Gennargentu meridionale e la valle del Flumendosa

 

 

Panormanmiche Gennargentu meridionale

 

 

Visite: 2850

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info@sardegna-clima.it

Top Desktop version