Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Curiosita'

Le tecnologie spaziali per il monitoraggio marino e terrestre

Il nuovo programma europeo Copernicus è un'iniziativa dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) finalizzata a garantire ai paesi membri della Comunità Europea un'autonomia nel settori strategici della Sicurezza e del Monitoraggio Ambientale Satellitare. I nuovi satelliti orbitanti chiamati Sentinelle (Sentinel-1, Sentinel-2 e Sentinel-3) garantiranno nell'immediato futuro una disponibilità di dati satellitari senza precedenti (oltre 2TB di dati al giorno) in grado di supportare le nazioni europee nelle più disparate necessità che vanno dal monitoraggio delle foreste, delle zone costiere, delle aree sismiche al tracking delle petroliere o dei barconi di immigranti in mare.

Attualmente risulta già operativo il primo satellite Sentinel-1 dotato di radar ad apertura sintetica (SAR), entro l'estate sarà lanciato dal poligono di Kurou (Guyana Francese) anche Sentinel-2 equipaggiato da un sofisticato sensore ottico ad alta risoluzione, seguito a fine anno da Sentinel-3.

Presentiamo a titolo dimostrativo un'elaborazione effettuata dal nostro staff su un dato satellitare acquisito questa settimana dal Sentinel-1 sulla Sardegna.

subset 1 S1A IW GRDH 1SDV 20150409T172057 20150409T172122 005410 006E1A 9F5A TC RGB

L'immagine è stata acquisita durante le ore notturne, questo non disturba affatto il sensore radar in grado i lavorare con qualsiasi condizione di illuminazione e cosa altrettanto importante, anche in presenza di copertura nuvolosa e precipitazioni. Nell'elaborazione si distingue l'area occidentale di Cagliari con la pista dell'aeroporto di Elmas, il porto canale, lo stagno e le saline di Cagliari. Le aree scure indicano i corpi d'acqua, quelli rosa chiaro i centri urbani, mentre quelle verdi indicano zone caratterizzate da scattering generato da strutture orientate in maniera particolare (tralicci, etc). E' nettamente visibile il rio Santa Lucia il cuo alveo appare asciutto o comunque con poca acqua almeno fino all'altezza dell'ultimo ponte.

Lo staff di Sardegna Clima possiede elevate competenze per il processamento e l'elaborazione dei dati satellitari (sia ottici che radar) finalizzati alla generazione di mappe tematiche ad alta risoluzione per le più svariate applicazioni terrestri (generazione di indici di vegetazione, monitoraggio degli incendi, damage assessment, etc.) e marine (oil spills, ship detection, etc).

In caso di necessità e compatibilmente con la disponibilita' dei dati forniremo gratuitamente informazioni oggettive sulla nostra isola dal punto di vista privilegiato dello spazio.

Visite: 236

Novità dalla stazione meteo più alta dell'isola

Nello scorso mese di Ottobre è stata sostituita la stazione meteo di Su Separadorgiu, collocata a 1460 metri di quota, con una nuova stazione meteo Davis Vantage pro 2. Questa nuova stazione, ben più professionale, garantirà nei prossimi mesi, una maggiore precisione e affidabilità nei rilevamenti di temperatura, pioggia, vento e umidità.


Nei giorni scorsi abbiamo effettuato i test di stabilità del sistema di trasmissione e comunicazione, che si è rilevato impeccabile, anche grazie alla trasmissione wireless dei sensori di 300 metri in campo libero.


Un'altra novità sarà il rilevamento della temperatura del suolo a 15 cm di profondità nel sottobosco. Per il primo periodo (di circa un anno), rileveremo le variazioni stagionali della temperatura del terreno nel sottobosco montano. Nei prossimi anni sposteremo il sensore in un area non interessata da rimboschimento alla medesima quota, eseguendo gli opportuni confronti.

I dati della stazione sono visionabili in questo link, che raccomandiamo di salvare tra i PREFERITI in vista della prossima stagione invernale

 

 

Visite: 662

Breve riflessione sulle allerte di oggi

Mentre la Sardegna viene interessata dal transito del fronte freddo, assieme alle varie regioni del nord e centro Italia, con fenomeni abbondanti e persistenti nelle regioni settentrionali e centrali (fino a 200 mm), assistiamo alla formazione di pericolose celle temporalesche auto rigeneranti sui versanti nord orientali della Sicilia (fino a 150 mm).

Visite: 1098

Leggi tutto: Breve riflessione sulle allerte di oggi

Eccezionale ondata fredda in Luglio, raffronti con il passato

Anche se Luglio dovrebbe essere il mese più caldo dell’anno, possono capitare occasionali rinfrescate portate da infiltrazioni di aria più fresca atlantica, in arrivo dalla valle del Rodano. In questi ultimi giorni tuttavia la intensità della ondata di freddo sta mostrando caratteristiche piuttosto eccezionali di intensità. Nei nostri archivi abbiamo trovato 3 soli casi paragonabili relativi agli anni 2000.

Visite: 1347

Leggi tutto: Eccezionale ondata fredda in Luglio, raffronti con il passato

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info@sardegna-clima.it

Top Desktop version