Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Finalmente online la stazione di Santa Sofia (Laconi)

È finalmente online la stazione meteo di Santa Sofia, borgata del comune di Laconi. Installata nel giugno 2013 da due ragazzi laconesi, Gianluca Melosu e Simone Cossu, la stazione non era ancora online per assenza di copertura adsl.

 

La Borgata di Santa Sofia, nata a seguito della riforma fondiaria e agraria portata avanti dall'ETFAS in Sardegna a partire dagli anni ’50, sorge sull'Altopiano carbonatico del Sarcidano e si trova al confine con le zone più interne dell’isola, dai caratteri climatici più “continentali” (Barbagia e Gennergentu), pertanto presenta un clima temperato, con accentuate escursioni termiche diurne, buona ventilazione e frequente inversione termica notturna.

Rispetto alla stazione meteo di Laconi si trova 6 km a Est (in linea d'aria) e oltre +260 m di quota. Rappresenta, con i suoi 780 metri di quota, la stazione amatoriale più alta installata nella provincia di Oristano, e tra le 11 stazioni più alte della rete di SardegnaClima. 

 

 

La stazione, una LaCrosse WS2357, posizionata sul tetto dell’abitazione dei Fratelli Fulghesu, (assegnatari sin dai primi anni della riforma), trasmette al sito ogni 15 minuti mediante un apparato GPRS e un sistema Meteobridge; si trova  in posizione ottimale al fine di ottenere misure il più accurate possibile.

Per quanto riguarda il clima dell’Altopiano, durante l'arco dell'anno si passa da valori minimi invernali di alcuni gradi al di sotto dello zero a massimi estivi anche superiori ai + 35°. Nei mesi invernali non sono rare le nevicate (almeno una volta all’anno), mentre d'estate il clima si mantiene fresco, soprattutto durante le ore notturne, e raramente fa caldo per molti giorni consecutivi. 

 

 

Durante la stagione estiva le temperature più alte si raggiungono in presenza dell'anticiclone subtropicale africano, accompagnato dalle torride correnti del Sahara. In inverno, invece, le temperature più basse si registrano all'arrivo delle correnti fredde di origine artica e russo-siberiana. 

I venti dominanti che spirano nella Borgata sono il maestrale e lo scirocco, mentre è riparata dai venti di grecale e levante dai limiti più orientali dell’Altopiano, che lasciano spazio ai rilievi della Barbagia. 

I mesi più freddi sono gennaio e febbraio con temperature minime medie intorno a 1°C, con valori estremi registrati quali –8 nel gennaio 1985, -11 a gennaio 1986, -12 a febbraio 1986, -9 a gennaio 1987.

Rispetto alle temperature di Laconi si registrano valori inferiori di almeno 3-4°C nelle minime e di 2-3°C nelle massime, mentre nei mesi estivi si riscontrano differenze nei valori minimi, registrati durante la notte, di circa 3-5°C, mentre i valori massimi restano pressoché invariati. La stazione va ad accrescere la già cospiqua presenza di stazioni nel territorio, da Asuni a Seui passando per la stessa Laconi, Modighina, Villanova Tulo, Sadali e Meana Sardo.

Prossimi aggiornamenti di laconimeteo.it seguiranno con l’installazione di 2 webcam nell’abitato di Laconi e chissà in futuro non ci sia la possibilità di installare una stazione nella Borgata di Crastu posizionata nel fondovalle del territorio di Laconi a 320 m slm al confine con Genoni.

Prossimamente i dati saranno presenti su App e tabelle live di Sardegna Clima Onlus.

Articolo a cura di Gianluca Melosu.

 

 

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info "at" sardegna-clima.it

Top Desktop version

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere la vostra navigazione più facile ed intuitiva.

I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.